La bolla immobiliare“La casa è un bene rifugio”, “La casa che lascerò ai miei figli”, “La mia casa vale 200 mila euro, e non ho intenzione di svenderla”. Sono affermazioni che chiunque di noi può ancora ascoltare ovunque, quando non le abbia pronunciate in prima persona. Ma sono ancora frasi veritiere (qualora lo fossero mai state)?

Si è appena concluso il 2012 e, a parte presagi nefasti di fine del mondo ormai archiviati, è tempo di fare chiarezza e dire la verità su quanto sta accadendo al mercato immobiliare. Lungi da noi voler profetizzare quello che accadrà, ma spesso e volentieri lo scenario futuro è frutto di tutto quello che si è seminato in precedenza. Seguendo il banalissimo principio di causa-effetto, analizzando questi ultimi anni, non sarà difficile capire qual è la direzione che abbiamo preso e quindi cosa ci aspetta.

Muffa in casaQuale abitazione non ha almeno un angolo a soffitto o una macchia su una parete grigio-verdognola, a volte nera, di muffa? Ma perché si forma la muffa in casa?

E come si può eliminare la muffa in casa? Questa email che ho ricevuto alcuni giorni fa mi ha dato lo spunto per alcune riflessioni che voglio condividere con te.

Gentile architetto,

tre anni fa ho comprato un appartamento in una palazzina di poche unità, ristrutturata a nuovo, al primo piano, con sotto delle cantine e dei box. Ho notato da subito che le finestre e le portefinestre fin dal primo mattino erano bagnate e lo rimanevano fino a sera, al punto che si depositava acqua sotto la porta del balcone.

Certificazione energetica degli immobiliChe grande confusione con le certificazioni energetiche! Lo sapevate che due edifici in classe A non consumano allo stesso modo? Anzi, che due edifici in classe A non hanno gli stessi parametri di riferimento e quindi non sono nemmeno confrontabili?

Dall’inizio del 2012 per tutte le abitazioni è obbligatorio allegare ai contratti di locazione o in sede di rogito l’attestato di certificazione energetica (ACE).

Mi sono trovata di recente a pensare a questo indovinello parlando con un mio cliente e sentendo alcune domande sui lavori di ristrutturPesa più un chilo di paglia o di ferro?azione che stava per affrontare.

Chi di noi, da bambino, non è stato sottoposto a questo indovinello? Di solito un fratello maggiore o uno zio che ama indurre furbescamente un bambino più piccolo a pensare che in effetti il ferro peserà sempre di più della paglia!

Nel caso di lavori di risanamento spesso non si sa esattamente quali siano i lavori necessari per il nostro edificio. Si avverte il degrado, i costi relativi ai  consumi parlano chiaro, ma non si sa cosa fare e come sia meglio procedere.

fotovoltaicoLa tecnologia del fotovoltaico è in continua evoluzione e, nonostante le costanti diminuzioni delle tariffe incentivanti in Italia si continua ad installare impianti sui tetti di case, condomini e capannoni. Il GSE, gestore servizi energetici, che gestisce le incentivazioni e legifera in materia, apporta ad ogni emissione dei Conti Energia modifiche ai testi precedenti e nuove specifiche tecniche.

Nel testo del DM. 05/07/12 viene introdotto il concetto di  impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative e fornite le specifiche necessarie all’installazione, soprattutto su coperture di edifici esistenti. Spesso come tecnici specializzati nelle ristrutturazioni finalizzate al risparmio energetico ci troviamo a rispondere a quesiti tipo: cosa si intende per ristrutturazione? Cos'è un edificio energeticamente certificabile? Quali solo i parametri di legge? Ma soprattutto...