La mappa dei ponti termici

Se hai già frequentato il mio blog e letto qualche articolo, avrai di certo compreso cosa sono i ponti termici e quali problemi comportano per un’abitazione. Se invece non hai mai letto nulla sull'argomento, ti faccio una rapidissima sintesi: un ponte termico è un punto di fuga del calore in inverno, ma anche causa di spreco di energia elettrica in estate (dovuta al condizionamento estivo). I ponti termici sono tra i grandi responsabili delle tue bollette salate!

E perché accade questo?

Il ponte termico è una zona dove esiste una discontinuità termica con le parti circostanti. Questa discontinuità è dovuta a difetti costruttivi, alla giunzione di differenti materiali, all’interruzione dell’isolamento delle strutture esterne, o a caratteristiche geometriche dell’edificio.

Proteggi la tua casa con un isolamento termicoSe un artigiano o un'impresa ti hanno consigliato di isolare dall'interno, dicendoti che si spende di meno, cerca di capire se lo stanno facendo solo per prendere il lavoro o se hanno fatto un esame serio sull'edificio e sulla situazione specifica. Ti stanno dicendo la verità? Sei davvero sicuro che l'intervento verrà fatto risolvendo i tuoi problemi con molti meno soldi?

Abbiamo già trattato in precedenza l’isolamento termico dall’interno degli edifici e spiegato i pro e i contro dello scegliere questa soluzione. Ricordiamoci che la scelta va fatta "ad esclusione", dopo aver valutato tutte le possibili alternative. In alcuni casi non rimane davvero alcuna altra possibilità: la superficie esterna delle murature non consente l’incollaggio dei pannelli di isolante, l’immobile è sottoposto a vincolo oppure non è consentito dal regolamento condominiale... queste sono solo alcune delle ragioni per cui è impossibile fare un isolamento “a cappotto” dell’edificio. Ma non per questo devi rinunciare a riqualificare energeticamente la tua casa. 

L'umidità risale lungo la parete come il caffè in un pavesinoDopo aver già trattato il tema della muffa e dell'umidità in casa, parliamo in questo articolo di un argomento molto correlato: l'umidità di risalita. Se una o più pareti di casa somigliano ad un pavesino imbevuto nel caffè, devi preoccuparti.

Ok, come al solito mi piace un po' esagerare, ma probabilmente ti sarà capitato di vedere in certe abitazioni, soprattutto un po' vecchiotte, i muri fortemente scrostati nella parte bassa. In molti casi toccando con la mano si percepisce proprio un muro eccessivamente umido se non bagnato. In molti condomìni anni '60 questa situazione è riscontrabile sui muri dei garages o comunque al piano terra.

Un paio di mesi fa sono stata chiamata per una consulenza a seguito di un intervento di ristrutturazione effettuato solo due anni prima su una bifamiliare. Dire che l'intervento fosse stato fatto molto alla buona è un eufemismo bello e buono. Il proprietario aveva pensato bene di rifare impianti, pavimenti, infissi e di rintonacare i muri “leggermente umidi” della vecchia casa ereditata dai genitori. Gli artigiani a cui si era rivolto non gli avevano obiettato nulla. Come diceva il comico: “tu mi dici cosa devo fare, e io lo faccio”. Lavoro costato poco?

Una casa con un'aerazione naturale?Hai ristrutturato casa e hai di nuovo muffa negli angoli? Ti stai apprestando a ristrutturare la tua casa e vuoi essere sicuro che a lavori finiti non avrai più problemi di umidità? Stai pensando di sostituire le finestre e hai sentito che c’è il rischio di trovarsi la muffa in casa? Non sai a cosa serve, ma stai per fare dei lavori e ti hanno proposto di installare un impianto di ventilazione meccanica controllata (VMC)... Questo è l'articolo che devi leggere!

I lavori di ristrutturazione vengono fatti per risolvere dei problemi dell’edificio e migliorare le condizioni di chi ci vive. Nessuno ha il piacere, dopo aver speso parecchi soldi in una ristrutturazione, di verificare che sono rimasti dei problemi non risolti o, peggio ancora, che a causa dei lavori fatti se ne sono creati di nuovi. La ventilazione meccanica controllata ha molte funzioni ed è utile ad un edifico ristrutturato per diversi motivi, che ti spiegherò tra poco.

Il valore degli immobiliQuesta è la domanda ricorrente che si fanno moltissimi costruttori e immobiliaristi i quali, per un motivo o per un altro, vorrebbero continuare a guadagnare soldi come negli anni tra il 2001 ed il 2007. Questo articolo, però, non è dedicato solo ai professionisti che vendono, ma anche ai tanti privati che vogliono comprare.

Esistono oggi delle strategie finanziarie migliori che alcuni applicano e altri no?  Il problema è solo dovuto al fatto che le banche hanno chiuso i rubinetti e ci sono pochissimi acquirenti? Oppure quelli che vendono terreni o edifici da ristrutturare, privati o amministrazioni pubbliche, hanno richieste ancora troppo alte e fuori dall'attuale mercato? 

La risposta a tutti questi quesiti non è banale, in quanto c'è sicuramente chi sta guadagnando nel settore immobiliare, mentre molte imprese hanno portato i libri in tribunale. È sicuramente possibile guadagnare malgrado la crisi, ma…